Dal 29 Ottobre 2019 al 30 Ottobre 2019

BEETHOVEN NON E' UN CANE
Viaggio delirante allegro ma non troppo nel mondo dei grandi padri della musica

PAOLO MIGONE

di Paolo Migone
Regia Daniela Sala

Musica colta, musica sepolta. Dietro il polveroso sipario c'è un deejay, sì, ma di musica classica. Un folle, che maneggia dei vecchi vinili con le cuffie alle orecchie e l’occhio spiritato, ci accoglie con la pala e le maniche rimboccate, per riesumare la musica classica, una musica ancora viva. Parlerà di Lei, della sua forza, della sua dolcezza: ci farà ridere con aneddoti sulle famiglie dei grandi compositori, ci parlerà dei loro amori, delle loro passioni e dei loro drammi, e anche del rapporto complicato che avevano col potere, con la necessaria, ma annoiata committenza della Chiesa e della nobiltà. Nelle vesti dell’improbabile deejay un fenomenale Paolo Migone, che cercherà di spiegarci che Beethoven non è un cane. Alla fine dello spettacolo potrebbe anche succedere un miracolo: potrebbe succedere che un bambino, il giorno dopo, chiuso nella sua cameretta per non essere visto, digiti su YouTube: B a c h - cerca.