10 Gennaio 2018

UNA STANZA VIOLA

SIMONA ATZORI

con Marco Messina e Salvatore Perdichizzi dal Teatro alla Scala di Milano
con Beatrice Mazzola e Mariacristina Paolini dalla Simonarte Dance Company

presentato da Wondy Sono Io e Gruppo 24Ore

Una stanza viola rappresenta il luogo in cui tutto può succedere. Un palco non è che una “stanza”. Lì dentro si danzano le sfumature della vita e lo si fa usando il proprio corpo e le emozioni che nascono dai movimenti.

Protagonisti sono cinque danzatori e le loro storie, che possono essere le storie di chiunque, di ogni spettatore che in questo luogo diventa testimone di ciò che accade proprio davanti ai suoi occhi.

Ci sono domande che non riceveranno mai risposta. Quelle emozioni che spesso non hanno voce ma che esistono e sono reali in tutte le loro meravigliose sfaccettature. C’è l’amore, che non ha un volto solo, che non ha un colore solo, ma si sfuma in base alle emozioni che lo fanno nascere ed esistere.  C’è l’amicizia, quella che rende tutto più bello e che si tinge di sorrisi e allegria a ogni movimento. C’è anche la violenza che si nasconde dietro alla parola amore… Su un palco si può danzare la speranza, l’inquietudine e la disperazione profonda che provano tutte quelle donne a cui viene tolta la dignità di essere umano e il diritto di essere amate davvero. 

Tutto questo succede proprio in una stanza, quella che dovrebbe proteggere, accogliere e donare serenità. Invece troppo spesso tutto ciò viene "violato".  Il viola è un colore che nasce dall’unione del rosso e del bianco, che formano il colore simbolo dell’universo femminile, il rosa, a cui basta aggiungere un po’ di blu. Così il tutto si trasforma, diventa altro.  

Simona Atzori, accompagnata da Marco Messina e Salvatore Perdichizzi del balletto del teatro alla Scala di Milano e da Beatrice Mazzola e Mariacristina Paolini della Simonarte Dance Company ci accompagnano in questo viaggio speciale, fatto di emozioni, colori, magia.  

Al termine dell'esibizione, Simona Atzori verrà intervistata da Alessandro Milan, presidente dell'associazione culturale 'Wondy Sono Io', sul tema della resilienza, cioè la capacità di trasformare le difficoltà della vita in opportunità.