21 Marzo 2017

PER SEMPRE STELLE
Gala Internazionale di Danza

In ricordo di Mario Porcile e del Festival di Nervi

Direzione artistica Simona Griggio
D'Angel - Angeli della Danza
Coordinamento artistico Aurora Marsotto
Omaggio per immagini dal Fondo Mario Porcile Cro.me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo
con il contributo del Mibact – Direzione Spettacolo dal Vivo
selezione immagini storiche e inedite Monica Corbellini

Per sempre stelle è il Gala omaggio ad una pagina radiosa nella storia del balletto: il Festival di Nervi. Prima manifestazione internazionale di danza fondata da Mario Porcile nel 1955 ha fatto conoscere al grande pubblico artisti quali Rudolf Nureyev, Carla Fracci, Vladimir Vassiliev, Ekaterina Maximova, Maurice Béjart, per citare alcuni nomi.

Una serata di grande danza ma anche di ricordi personali di étoile che vi hanno danzato, con la presenza di immagini inedite del costituendo Fondo Mario Porcile a cura di Cro.Me. Le testimonianze di Carla Fracci, Luciana Savignano, Anna Razzi, Liliana Cosi e di altri artisti faranno da cornice alle giovani stelle provenienti dal Teatro alla Scala, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Roma, Béjart Ballet Lausanne, Balletto Teatro di Torino, Cannes Jeune Ballet, Eko Dance International Project, Nuovo Balletto Classico e dalla Compagnia di Vittorio Biagi.

Tra le coreografie, oltre a grand pas de deux tratti dal repertorio classico, brani di Mats Ek, Mauro Bigonzetti, Itzik Galili, Claude Brumachon e Davide Bombana. Se gli scaligeri Virna Toppi e Nicola Del Freo, in forza del legame fra Teatro alla Scala e Festival, interpreteranno un emozionante passo a due da Caravaggio del coreografo Mauro Bigonzetti, Eko Dance International Project di Pompea Santoro, la celebre Giselle di Mats Ek, proporrà un divertente lavoro del coreografo svedese su musiche tradizionali, Giù nel Nord. L’omaggio di Davide Bombana sarà invece un estratto da Prélude à l'après-midi d'un faune, per Federica Maine, Teatro dell’Oepra di Roma, e Michelangelo Chelucci, Bèjart Ballet Lausanne, mentre Vittorio Biagi, forgiato alla scuola di Genova di  Mario Porcile con Paolo Bortoluzzi, porterà un brano appositamente creato per il Gala sulle musiche di Paolo Conte. Non mancheranno pezzi di virtuosismo: il grand pas de deux di Diana e Atteone, omaggio di Anna Razzi interpretato da Anna Chiara Amirante e Alessandro Staiano del Teatro San Carlo di Napoli e l’omaggio di Liliana Cosi con celebri brani dal repertorio. Il programma ospiterà anche brani di respiro più contemporaneo, presentati da Paola Cantalupo con il Cannes Jeune Ballet, da Roberto Fascilla con Alessio Di Stefano, vincitore del premio MAB, e Loredana Furno con il Balletto di Torino in una coreografia di Itzik Galili in esclusiva per l’Italia.