11 Novembre 2015

CALENDAR GIRLS - IL GALA'
Un evento benefico a sostegno di AIL

ANGELA FINOCCHIARO E LAURA CURINO

con ARIELLA REGGIO, CARLINA TORTA, MATILDE FACHERIS, CORINNA LO CASTRO      
ELSA BOSSI, MARCO BRINZI, NOEMI PARRONI
e con TITINO CARRARA 

di Tim Firth
Regia di Cristina Pezzoli

IL RICAVATO DELLA SERATA E' INTERAMENTE DEVOLUTO AD AIL


Calendar Girls è un testo teatrale scritto da Tim Firth, tratto dall'omonimo film con la regia di Nigel Cole (lo stesso di L'erba di Grace e We want sex), di cui lo stesso Firth è autore e sceneggiatore. Il film, di cui erano protagoniste - fra le altre - Helen Mirren, Julie Walters, Linda Bassett,  è uscito in Italia nel 2004 diventando un film di culto, molto amato dal pubblico femminile.

Tim Firth ha voluto che la messa in scena di Calendar Girls rimanesse sempre collegata ad una iniziativa benefica
, come nella storia raccontata è stato con il calendario. Lui stesso ha devoluto in prima persona gran parte delle royalties a lui spettanti per la rappresentazione dello spettacolo all'associazione Leukaemia Research UK.


In linea con le scelte dell'autore, anche questa produzione ha voluto sposare un'iniziativa benefica.
Calendar Girls ha scelto di sostenere AIL attraverso una serata di raccolta fondi, il Galà Benefico che si terrà l'11 novembre al Teatro Manzoni di Milano e il cui incasso verrà interamente devoluto all'Associazione per il progetto Case AIL. Durante la tournèe verranno inoltre organizzate diverse iniziative, sempre dedicate alla raccolta fondi per il progetto.

Con i fondi ricavati, AIL implementerà i servizi offerti dalle Case AIL già presenti sul territorio nazionale, per rendere l’ospitalità ai malati e ai loro familiari sempre più confortevole e sicura.

Abbiamo scelto di dare il nostro sostegno ad AIL - racconta la protagonista, Angela Finocchiaro – perché è un’Associazione che stimiamo da sempre per i suoi valori, obiettivi e progetti. La possibilità che il nostro lavoro possa affiancare esperienze così importanti ci regala una grande motivazione.”
 

Il sostegno a un progetto concreto: le Case AIL.


Migliorare la qualità di vita del malato e della sua famiglia è uno dei principali obiettivi della mission di AIL. Per questo motivo l’Associazione lavora costantemente per creare strutture e servizi che vadano incontro alle necessità di chi soffre e così negli anni sono nate le Case AIL, case alloggio messe a disposizione dei pazienti e dei loro parenti; esse sono luoghi funzionali dove sentirsi a casa e, allo stesso tempo, essere seguiti e confortati dai volontari dell’Associazione.

Il malato ematologico infatti deve necessariamente sottoporsi a lunghe terapie che possono essere garantite soltanto da Centri di Ematologia altamente specializzati, così per i pazienti che risiedono lontano dal proprio Centro di cura sono necessari spostamenti che possono causare disagi e spese spesso elevate.

Grazie alle Case alloggio AIL, gestite dalle sezioni provinciali in tutta Italia si evitano non solo lunghi periodi di ospedalizzazione, ma si realizzano anche forti risparmi per la sanità  pubblica.

In Italia sono attualmente 35 le sezioni che offrono il servizio di Casa AIL ai pazienti e ai loro familiari; nel 2014 sono state 277 le stanze messe a disposizione con 546 posti letto e che hanno ospitato 3.120 persone, di cui 1.273 pazienti e 1.847 familiari.


Proprio come lo spettacolo anche AIL è un’Associazione ad alta rappresentanza femminile
, in quanto buona parte dei volontari che la animano sono donne, così come la maggior parte delle volontarie presenti nelle Case AIL. Ma le corrispondenze tra AIL e Calendar Girls non si limitano a questo, infatti tanti volontari AIL, così come le protagoniste della commedia rappresentata, sono spinti all’azione solidale da un’esperienza di vita vissuta.

Al termine dello spettacolo tutti gli spettatori sono invitati a brindare con il cast