09 Settembre 2013

Una stagione. Più stagioni

Il teatro è l’arte dell’immaginazione dello spettatore, afferma il drammaturgo spagnolo Juan Mayorga. Abbiamo fatto nostro tale pensiero, uniformandovi per il prossimo anno una programmazione articolata in più rassegne e ideata soprattutto per stimolare la fantasia e l’immaginazione del pubblico, rendendolo partecipe di una magia che speriamo si ripeta giorno dopo giorno, recita dopo recita.  

I dieci spettacoli del prossimo cartellone dedicato alla prosa, che da sempre
rappresenta l’ossatura portante della nostra stagione teatrale, bene rappresentano la fisionomia della nuova programmazione: autori classici e contemporanei, commedie musicali, lavori brillanti quanto intelligenti, interpreti e registi affermati e nuovi volti daranno vita ad una stagione coinvolgente, appassionante. Il cartellone si caratterizza principalmente per la presenza di una sfilata di autori italiani del Novecento e contemporanei, alcuni divenuti ormai dei classici, per una connessione non virtuale con le radici della nostra identità culturale.

Il cartellone dedicato alla musica sarà caratterizzato dalla presenza della
storica e affermata rassegna domenicale ”Aperitivo in Concerto” che, con la sua esplorazione dei molteplici sviluppi della contemporaneità nelle sue più varie forme e commistioni, delineerà un inedito panorama musicale internazionale. Undici eventi, di cui due prime europee e sette prime o uniche date italiane, dedicati più specificamente del solito all’improvvisazione africanaamericana e alle molte forme con cui essa declina la propria e le altrui tradizioni. Al Teatro Manzoni la musica è “anche” ma non solo “Aperitivo in Concerto”, e lo prova il gradito ritorno in cartellone dell’applauditissimo Soweto Gospel Choir, strepitoso collettivo corale sudafricano che raccoglie i migliori talenti provenienti dalle chiese e dalle comunità di Soweto, ed il cui scopo è quello di condividere la gioia della fede attraverso la musica.

Luci, colori, musica, danza, gesti atletici, saranno protagonisti della trascinante rassegna dedicata al movimento, cioè a quel teatro, di grande impatto visivo, in cui il linguaggio pronunciato dal corpo prescinde dalla parola. Acclamati protagonisti delle più importanti scene internazionali in spettacoli applauditi in tutto il mondo e che si propongono per la prima volta in Italia o a Milano. Dal nouveau cirque alla danza contemporanea, la nuova rassegna del cartellone presenta una serie di straordinari eventi che occuperanno il palcoscenico del Teatro Manzoni, da dicembre a maggio, con la spettacolarità espressiva del linguaggio corporeo, colpendo l’immaginazione del pubblico attraverso una caleidoscopica varietà di mezzi.

Dalla collaborazione con il Derby, storico marchio del cabaret milanese e fucina
di talenti storici, prenderà forma un vivacissimo programma dedicato al meglio del cabaret, a questa forma lieve e ironica di spettacolo che sa coniugare arguzia e divertimento e che vi coinvolgerà, la domenica sera dopo una cena a buffet, con una vera e propria sfilata di artisti giovani e di talento. Non ci siamo però voluti fermare ad una formula innovativa e coinvolgente, ma abbiamo voluto arricchire il cartellone con una vera e propria rassegna, “Ridere alla grande”, dedicata all’umorismo teatrale nelle sue forme più brillanti e sofisticate, e caratterizzata dalla presenza di artisti affermati e di grande successo. Non un attimo di respiro, e solo l’imbarazzo della scelta per chi ama il grande ed esclusivo spettacolo a livello internazionale. Ma, come diceva Mario Scaccia, “Il teatro va fatto: meno si parla e meglio è”.